Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Get Adobe Flash player

In Punta di Penna - L'Oncologia di Precisione è come la moto...

 
Lorenzo in GaraLA CURIOSITA 
 
La vita da buddista
del campione Lorenzo,
"l’oncologia di precisione
è come le moto"
 
Ringraziamo l'AIOM
e Jorge Lorenzo
per l'utilizzo dell'opuscolo
Di: Michele Fenu

I campioni dello sport sono molto sensibili verso chi soffre, in particolare per gravi malattie come il cancro, e fanno sentire la loro voce come <testimonial>. È il caso di Jorge Lorenzo, l’asso delle due ruote che tanti dispiaceri ha procurato a Valentino Rossi. Lo spagnolo si è reso protagonista di un simpatico duetto con Carmine Pinto, presidente dell’AIOM, Associazione Italiana di Oncologia Medica, raccolto in un divertente opuscolo.
 
C’è un punto in comune tra due mondi in apparenza assai distanti fra loro? Lorenzo e Pinto lo individuano nel concetto di precisione. <La preparazione  della moto, spiega il campione spagnolo, è il primo gradino verso la vittoria perché deve essere progettata e costruita su misura in base alle esigenze del pilota. Niente è lasciato al caso, ogni particolare è studiato con attenzione. Un lavoro incredibile, che richiede la massima attenzione e a cui partecipa tutto il team>. 
 
<Precisione è parola chiave anche in oncologia> aggiunge Pinto. In sostanza, ogni pilota è unico e così è per il paziente, che ha bisogno di una terapia su misura. Per questo si parla di oncologia di precisione. <Il più piccolo problema meccanico - puntualizza Lorenzo – può compromettere il risultato di una corsa, per questo servono tecnici preparati e affiatati. Credo sia lo stesso in campo oncologico>.
 
<Fin da bambino ho avuto la passione per le gare – conclude e ho condotto una vita sana. Seguo una dieta corretta, non fumo e mi alleno con costanza>. Un messaggio pro prevenzione. Circa il 40% dei tumori è evitabile perché causato da fattori di rischio modificabili come sovrappeso, obesità, scarso consumo di frutta e verdura, alcool. Cinque titoli mondiali nella tuta, un comportamento impeccabile: potremmo paragonarlo a un buddista.
 
 

Cerca nel Sito

GITR - ODV-ETS

Una sanità a tutto campo

AVIS - Inserto S.S.N.

100 Domande 100 Risposte

Notizie Flash

  •  
    tumore?

    MA E VERO CHE...

     
    Gli Oncologi Medici 
    Ti aiutano a smascherare
    le FAKE NEWS
     
    - Cancro:
    cosa si nasconde
    - Cure Alternative
    - Alimentazione
    - Cause e rimedi
    - Piante e vitamine
    - Cancro:
    una malattia moderna
     
  •  
    NELLA CIVILTÀ
    DEGLI SPRECHI
    SALVIAMO ALMENO 
     
    I FARMACI
     
    CHE NON SONO
    ANCORA SCADUTI
     
    Si dice, con ragione, che la nostra sia la civiltà degli sprechi. Purtroppo, tra i tanti si devono annotare i farmaci.
     
    Leggi tutto...  
  •  
    RETE ONCOLOGICA
    PIEMONTE
    E VALLE D'AOSTA
     
     
    12
    MODI
    PER RIDURRE
    IL RISCHIO
    DEL CANCRO
     
    SCOPRI IL 
    CODICE EUROPEO
    CONTRO IL CANCRO
     
    Leggi tutto...

Ma è vero che?

Salviamo i Farmaci